Consulenze al’ospedale e analisi di laboratorio

 

CONSULENZE ALL’OSPEDALE

I bambini vengono controllati a intervalli regolari dopo il trapianto, in base ai loro bisogni. In genere, la frequenza delle consulenze presso il nostro Centro è la seguente: ogni 3 mesi durante il primo anno, ogni 6 mesi nel secondo anno, poi annualmente. Si tratta di un programma di seguito generalizzato, che viene adattato individualmente per ogni singolo bambino. Questi controlli necessitano spesso di un soggiorno di un giorno a Ginevra. Il vostro bambino può essere sia ricoverato presso il servizio di Chirurgia Pediatrica, sia visitato in via ambulatoriale presso l’unità di chirurgia ambulatoriale (UCA), o presso il policlinico. Tra queste consulenze all’ospedale, voi avete anche dei controlli presso il vostro pediatra o il gastroenterologo.

Il primo anno succede spesso che i controlli siano più frequenti a causa dei problemi dovuti al trapianto o all’immunosoppressione. Da questi incontri, il chirurgo, il gastro-enterologo e/o l’infermiere procedono ad una valutazione. Anche altri membri della squadra possono incontrarvi in caso di bisogno da questi incontri. Ad ogni visita di controllo, dovete fornire i dati concernenti la pressione e la temperatura corporea del vostro bambino, i suoi farmaci, il suo quaderno delle vaccinazioni e tutte le altre informazioni che vi avremo chiesto di consegnare.

 

ANALISI DI LABORATORIO

È necessario procedere ad analisi frequenti di laboratorio durante i primi mesi successivi al trapianto. Il calendario dei prelievi si basa sui risultati antecedenti e dai sintomi che si manifestano nel vostro bambino. In assenza di problemi, le analisi di laboratorio vengono svolte circa una volta alla settimana, poi una volta al mese, ed infine ogni semestre. Il medico interno esamina i risultati delle analisi con gli altri medici della squadra di trapianto e vi chiama se è opportuno apportare dei cambiamenti alle cure farmacologiche. I risultati delle analisi sono importanti per rilevare eventuali problemi al livello epatico o renale. È altresì fondamentale che la squadra di trapianto segua attentamente questi risultati per essere in grado di disporre le migliori cure possibili al vostro bambino. I problemi legati al fegato sono più facili da risolvere dal momento in cui vengono rilevati precocemente. Può essere che una modifica in questi risultati sia il solo segnale dell’esistenza di un’infezione o di un problema al fegato trapiantato. Da queste analisi di laboratorio, verifichiamo spesso le concentrazioni di farmaci. Per questo, i prelievi sanguigni devono essere svolti in momenti molto precisi: in generale, all’ora della somministrazione abituale del trattamento anti-rigetto. È fondamentale anche che voi arriviate puntuali all’ora indicata sulla convocazione che vi avrà spedito la segretaria del trapianto. Se avete anche una minima domanda su questa corrispondenza o sull’ora dell’incontro, vi preghiamo di contattare la segretaria del trapianto dal momento in cui ricevete la lettera o prima. Infatti, non è semplice organizzare questi esami e il fatto di modificare l’ora dell’arrivo può rendere impossibile lo svolgimento degli altri esami previsti. Altre analisi di laboratorio si svolgeranno nel frattempo presso il vostro medico curante o all’ospedale più vicino a voi. Si tratta di un piano di seguito generale, che viene poi adattato alle esigenze specifiche del vostro bambino. Se abitate lontano da Ginevra, vi domanderemo di far fare le analisi presso l’ospedale più vicino e di consultare il vostro gastroenterologo locale e il vostro pediatra per il seguito. Vogliate adottare lo steso rigore per questi incontri come per quelli svolti presso il nostro Centro di Ginevra (soprattutto per quanto concerne l’ora del prelievo).

Attenzione! I prelievi ematici devono essere svolti al momento dell’abituale somministrazione del trattamento anti-rigetto. Ciò significa che non dovete dare al vostro bambino la dose di farmaco anti-rigetto del mattino prima di arrivare all’ospedale. Voi potete dargliela dal momento in cui il prelievo di sangue è stato svolto, sapendo che lo scarto di alcuni minuti non genera alcun rischio.