Missa in lista d’attesa

 

Una volta che il processo di valutazione è terminato, una Commissione di esperti medici si riunisce per discutere la necessità che il vostro bambino subisca un trapianto del fegato. Questo gruppo è composto dalle persone da voi incontrate durante la valutazione, insieme ad altri professionisti della salute coinvolti nella procedura del trapianto epatico. Vi sono tre conclusioni possibili per questa consultazione:

  • il vostro bambino viene messo nella lista d’attesa nazionale per un trapianto del fegato (vedi maggiori dettagli nelle pagine seguenti) e beneficerà di un trapianto, non appena il fegato di un donatore appropriato sarà disponibile.
  • il vostro bambino deve ancora sottoporsi ad altre analisi e procedure, prima di essere messo nella lista d’attesa.
  • il vostro bambino non viene messo nella lista d’attesa per il momento, perché non soddisfa i criteri fissati dalla Commissione di esperti medici. In questo caso, il vostro bambino sarà seguito da vicino dal gastro-enterologo ed il suo caso specifico sarà rinviato alla Commissione di esperti medici, non appena un trapianto sembrerà necessario. È possibile anche l’evenienza per la quale dei bambini non siano accettati per essere sottoposti ad un trapianto a causa di altre complicazioni mediche. Si tratta, ad esempio, di bambini affetti da una grave malattia cardiaca o polmonare, nei quali il solo trapianto di fegato non possa migliorare il loro stato.

Successivamente, vi contatteremo telefonicamente per comunicarvi le decisioni della Commissione e per spiegarvi cosa vi conviene fare. Riceverete anche via corriere una lettera a conferma dello stato della lista di attesa, nella quale sono riportate le informazioni importanti da conoscere in caso siate chiamati se un organo è disponibile per il vostro bambino. Anche il vostro pediatra e il vostro medico curante sono informati dei risultati della valutazione in vista di un trapianto.

Il periodo tra la fine di questo primo soggiorno e la nostra risposta varia da 10 a 15 giorni.