Farmaci antivirali / antifungini

 

I farmaci anti-rigetto rendono il paziente più vulnerabile alle infezioni. Queste infezioni sono generalmente provocate dalla proliferazione di batteri o virus, che vivono normalmente nell’organismo del vostro bambino. Si ricorre quindi ai farmaci seguenti per prevenire queste infezioni.

 

VALCYTE® (VALGANCICLOVIR)

Il valganciclovir è un farmaco antivirale, al quale si può ricorrere per prevenire o trattare un virus chiamato citomegalovirus (CMV). È possibile che il vostro bambino debba prendere questo farmaco per 3 mesi dopo il trapianto e che delle dosi supplementari siano prescritte per trattare un’infezione dovuta al CMV. Il valganciclovir provoca delle forme tumorali e delle anomalie congenite negli animali, ma al momento non è noto se causa tumori e anomalie congenite anche nell’uomo. Dovete quindi evitare qualsiasi contatto diretto con delle compresse schiacciate o rotte, somministrando questo farmaco. Inoltre, gli uomini e le donne sessualmente attivi devono prendere delle precauzioni contraccettive (come la pillola o i preservativi) durante e almeno per 90 giorni dopo il trattamento.

Gli effetti collaterali sono notoriamente:

  • neutropenia
  • fotosensibilità

È necessario evitare anche che il vostro bambino sia esposto direttamente al sole, applicandogli uno schermo solare o vestendolo in modo che la sua pelle sia completamente coperta. La crasi ematica del vostro bambino sarà monitorata con attenzione da quando prenderà questo farmaco. È importante anche stimolarlo a bere prima per evitare di danneggiare i reni.

 

BACTRIM®, SMZ/TMP (SULFAMETOSSAZOLO/TRIMETOPRIM )

Il Bactrim® è un antibiotico a base di sulfamidici. Si utilizza per prevenire una forma di polmonite conosciuta con il nome di pneumopatia da Pneumocystis jiroveci (PCP). Questo farmaco viene prescritto il primo anno dopo il trapianto e i principali effetti collaterali sono:

  • fotosensibilità
  • insufficienza renale
  • leucopenia

È necessario evitare anche che il vostro bambino sia esposto direttamente al sole, applicandogli uno schermo solare o vestendolo in modo che la sua pelle sia completamente coperta. Questo farmaco può essere all’origine dei calcoli renali e di insufficienze renali o ancora di un basso tasso di globuli bianchi. Se ciò si verifica, la somministrazione di questo farmaco cesserà immediatamente e si ricorrerà ad un farmaco sostitutivo. È estremamente importante che il vostro bambino beva molto dal momento in cui prende questo farmaco. Se il vostro bambino è allergico ai farmaci contenenti dei sulfamidici, si può ricorrere ad un altro farmaco.

Contemporaneamente, il vostro bambino prenderà un supplemento di acido folico al fine di proteggerlo dagli effetti del Bactrim sui globuli bianchi.

 

MYCOSTATIN® (NISTATINA)

La nistatina è un farmaco antifungino. Si utilizza per prevenire o trattare la candida orale, un’infezione della bocca dovuta ad un fungo. Malgrado il gusto salato, che provoca un riflesso nauseante in alcuni bambini, i suoi effetti collaterali sono molto rari. Può essere che il vostro bambino debba prendere questo farmaco dopo il trapianto se è affetto da candida orale. La nistatina può essere spalmata nella bocca nei bambini di età inferiore a due anni: sulle guance, le gengive e la lingua. I bambini più grandi possono risciacquare la bocca con il farmaco, poi ingerirlo. Poiché è importante che alcuni di questi farmaci vengano ingeriti, è necessario stimolare i bambini più piccoli a succhiare lo scovolino (spazzolino simile a un bastoncino di ovatta). Il modo più efficace consiste nel lasciarlo per alcuni minuti in bocca. Bisogna somministrare questo farmaco dopo che gli altri sono stati già assunti ed evitare di mangiare e di bere per 15 minuti.