Farmaci anti-ipertensione

 

I nomi e gli effetti collaterali dei farmaci utilizzati per curare l’ipertensione, o pressione sanguigna elevata, sono riportati qui di seguito. L’ipertensione può essere un effetto collaterale del tacrolimus (Prograf®) e del prednisone. Se il vostro bambino non manifesta in generale alcun sintomo di ipertensione, è essenziale verificare la sua pressione arteriosa due volte al giorno, prima di somministrargli dei farmaci per trattare l’ipertensione. Vi daremo tutti i consigli per permettervi di determinare se la sua pressione è da considerarsi elevata. Se la tensione arteriosa (o pressione sanguigna) del vostro bambino non rientra nell’intervallo indicato dalla squadra di trapianto, dovrete informare di questo il medico del trapianto. Pensate ad annotare i valori della pressione arteriosa in un quaderno e portate sempre con voi queste informazioni all’ospedale o dal vostro medico.

 

NORVASC® (AMLODIPINA), ADALAT® (NIFEDIPINA), RENITEN® (ENALAPRIL)

L’amlodipina e la nifedipina sono antagoniste del calcio e si utilizzano per curare l’ipertensione. Gli effetti collaterali sono notoriamente:

  • ipotensione (pressione sanguigna bassa)
  • vertigini
  • edema (gonfiore).

L’enalapril appartiene alla famiglia degli inibitori dell’enzima di metabolizzazione dell’angiotensina, molecola attiva nella regolazione della pressione arteriosa. È anche uno dei farmaci utilizzati per la regolazione della tensione arteriosa, in particolare se il vostro bambino è affetto da proteinuria.

 

LASIX® (FUROSEMIDE)

Il furosemide è un diuretico. Aiuta ad eliminare l’eccesso di liquido nell’organismo stimolando la minzione (azione di urinare). Ciò può contribuire a far abbassare la pressione sanguigna. Gli effetti collaterali sono notoriamente:

  • crampi muscolari
  • mal di testa
  • sensibilità al sole.

È necessario evitare che il vostro bambino sia esposto direttamente al sole, applicandogli uno schermo solare o vestendolo in modo che la sua pelle sia completamente coperta.