Altri farmaci

 

NEXIUM® (ESOMEPRAZOLE),  ANTRA® (OMEPRAZOLE)

L’esomeprazole e l’omeprazole sono degli antiacidi che inibiscono le secrezioni gastriche acide. Vengono impiegati per proteggere lo stomaco del vostro bambino e per prevenire i dolori addominali che possono presentarsi dal momento in cui prende il Prednisone®. Gli effetti collaterali sono notoriamente:

  • mal di testa
  • diarrea
  • nausea
  • dolori addominali
  • appetito elevato

Questo farmaco deve essere preso prima dei pasti. È disponibile in soluzione, in polvere contenuta in bustine o in compresse. Questo farmaco può essere utilizzato per la durata nella quale il vostro bambino prende del Prednisone® e in caso di bisogno se soffre di dolori addominali continui dovuti alla somministrazione di altri farmaci.

 

URSOFALK® (L’ACIDO URSODESOSSICOLICO)

L’Ursofalk® accresce la solubilità della bile, permettendogli di fluire liberamente attraverso l’albero biliare. Gli effetti collaterali sono notoriamente:

  • problemi gastro-intestinali

Può accadere che il vostro bambino si lamenti di un sapore come di metallo. Questo farmaco dovrà essere preso da 6 a 12 mesi dopo il trapianto, a volte per lungo tempo.

 

MAGNESIOCARD® (GLUCONATO/OSSIDO DI MAGNESIO)

Il magnesio è un supplemento elettrolitico che può essere necessario somministrare a causa della perdita di magnesio successiva alla somministrazione di tacrolimus (Prograf®). Gli effetti collaterali sono notoriamente:

  • diarrea
  • rossore facciale

La diarrea termina in genere alla fine della 3° o della 4° settimana, una volta che l’organismo del vostro bambino si è abituato al farmaco. È probabile che debba prendere questo farmaco per diversi anni – ogni bambino deve essere quindi valutato individualmente.

 

ASPIRINA®

L’aspirina® contrasta l’agglutinazione delle piastrine e facilita la circolazione del sangue. Viene data al vostro bambino per tre mesi, al fine di garantire un buon flusso sanguigno nei vasi che irrorano l’organo trapiantato. Gli effetti collaterali sono notoriamente:

  • tendenza accresciuta a ecchimosi
  • rischio di sanguinamenti e di ulcere gastriche
  • problemi gastro-intestinali

Vi preghiamo di informare la squadra medica se vi accorgete che nel vostro bambino compaiono più facilmente delle “botte” (ecchimosi).


Interazioni farmacologiche con il Prograf