Infezione

   

Uno dei problemi più frequenti in seguito ad un trapianto è l’infezione e questa è sovente più facile da prevenire che da trattare. I pazienti che hanno subito un trapianto corrono un rischio maggiore di infezione, a causa dell’assunzione di farmaci anti-rigetto. Questi diminuiscono in maniera non-specifica la capacità del corpo di lottare contro i corpi estranei, l’organo trapiantato o i batteri.

Le infezioni possono essere causate da batteri o da virus. Le infezioni virali, che si tratti del CMV (Citomegalovirus) o l’herpes, interessano abitualmente la bocca o il fegato trapiantato. Si curano di regola con farmaci somministrati per via orale o intravenosa per 10-14 giorni. La polmonite da Pneumocystis carinii (PCP) è un’infezione polmonare dovuta ad un parassita. La PCP è un tipo speciale di polmonite più comune nei pazienti, il cui sistema immunitario è alterato. Si presenta in genere durante il primo anno successivo al trapianto, quando i tassi di farmaci anti-rigetto sono più elevati. Tutti i pazienti trapiantati prendono un farmaco destinato a ridurre i rischi di sviluppare una polmonite da Pneumocystis. I pazienti assumono del Bactrim® 3 volte alla settimana (in genere il lunedì, il mercoledì e il venerdì), o un aerosol di pentamidina una volta al mese per prevenire la comparsa di una polmonite PCP. Questo trattamento viene proseguito per un anno dopo il trapianto.

I bambini possono presentare abituali problemi otorinolaringoiatrici comuni a tutti i bambini. Se il vostro bambino soffre frequentemente di infezioni di questo tipo, vi preghiamo di informare il medico interno di trapianto e il vostro pediatra perché vi possano consigliare uno specialista. Ricordatevi che dovete chiamare i medici del Centro prima di somministrare qualsiasi nuovo farmaco al vostro bambino. Vi sono alcuni antibiotici che il vostro bambino non può prendere, perché alcuni antibiotici possono alzare o abbassare la concentrazione di Prograf®. Se questi antibiotici devono essere somministrati, è necessario allora controllare regolarmente le concentrazioni di enzimi epatici e di Prograf® nel vostro bambino.