Citomegalovirus (CMV) e virus di Epstein Barr (EBV)

 

I virus della famiglia degli herpesvirus, notoriamente il virus di Epstein Barr (EBV), il Citomegalovirus (CMV) e il virus dell’herpès simplex possono provocare gravi infezioni in seguito ad un trapianto. Questi virus possono rivelarsi pericolosi per i pazienti che hanno subito un trapianto, a causa dello stato immunologico compromesso dei pazienti. Gli individui i cui test risultano negativi al virus di Epstein Barr e al CMV prima del trapianto sono i più a rischio. Al fine di depistare queste infezioni, il vostro bambino dovrà sottomettersi ad analisi frequenti di laboratorio per mettere in evidenza un’eventuale infezione da CMV. Noi utilizziamo dei farmaci profilattici come il Cymeven® (ganciclovir) e il  Valcyte® (valcanciclovir) per contribuire a prevenire e a trattare il CMV dopo il trapianto. I sintomi del CMV e del virus di Epstein Barr possono notoriamente essere: febbre, rigonfiamento dei gangli linfatici, leucopenia, eruzione cutanea, sanguinamento gastro-intestinale e distress respiratorio. Se il vostro bambino presenta uno o l’altro di questi sintomi, dovete contattare immediatamente il Centro. A volte non vi sono o vi sono deboli sintomi di infezione dal CMV o il virus di Epstein Barr ed è per questo che il vostro gastro-enterologo deve prescrivere periodicamente delle analisi del sangue per identificare l’eventuale presenza di questi virus nel vostro bambino dopo il trapianto.